InfoNapoli24

#
 

Notizie » Calcio » Napoli

Il Napoli con Verdi e il Napoli con Deulofeu. Cosa cambierebbe?

12/01/2018

Il Napoli con Verdi e il Napoli con Deulofeu. Cosa cambierebbe?

Sono i due nomi che stanno infuocando il mercato invernale del Napoli, approfittando della pausa del campionato. Si tratta di Simone Verdi da Pavia e Gerard Deulofeu da Girona (precisamente da Riudarenes).

Ancora non vi è nulla di certo su nessuno dei due, ma è assai probabile che uno dei due potrà vestire la maglia azzurra. Il Napoli ha concentrato su di loro le sue attenzioni particolari. Non vi è ancora ufficialità perché il primo è in vacanza e tergiversa, spaventato dall'ipotesi di doversi giocare il posto con Mertens, Callejon ed Insigne, il trio più insostituibile della Serie A. Lo spagnolo invece non avrebbe queste paure. Abituato com'è a fare la concorrenza a Suarez, Messi e compagnia di fenomeni al Barcellona, sente di potersela giocare con chiunque, grazie anche alla propria esperienza internazionale (anche se ha solo 23 anni).

Ma come cambierebbe il Napoli con Verdi oppure con Deulofeu? Il primo è giocatore più polivalente, sotto l'aspetto tecnico, grazie ad un calcio cristallino con entrambi i piedi (a molti, il suo modo di calciare ricorda quello dell'ex laziale e interista Hernanes). Potrebbe fare il vice Callejon, ma anche il vice Insigne e, perché no, anche il vice Mertens all'occorrenza. Non solo, con lui si può modificare anche il modulo, vista la sua abilità nel giocare anche da trequartista.

Deulofeu è un'ala d'attacco e basta, ma micidiale. Nell'uno contro uno è devastante, essendo dotato di un controllo di palla e di una velocità pazzeschi. Specialmente in campo aperto è praticamente imprendibile. Ama molto il possesso del pallone, ma Sarri saprebbe insegnargli a giocare a due tocchi, come piace a lui. Insomma, chi dei due giunge all'ombra del Vesuvio, il Napoli casca bene. Nel rush finale ci si avvarrà pure del ritorno di Milik ormai imminente (e quello d Ghoulam un pò meno imminente). Con l'acquisto anche di Machach (se non andrà in prestito) i tanti impegni fino a fine stagione faranno meno paura. 

Vincenzo Perrella

twitter