InfoNapoli24

#
 

Notizie » Calcio » Napoli

INTER-NAPOLI: 0-0. VINCE L’EQUILIBRIO, POCA VIVACITÀ IN ATTACCO

11/03/2018

INTER-NAPOLI: 0-0. VINCE L’EQUILIBRIO, POCA VIVACITÀ IN ATTACCO

Nell’ultimo posticipo della 28esima giornata di SerieA scendono in campo allo stadio Meazza Inter e Napoli. I padroni di casa cercano continuità per la corsa ai posti Champions, i partenopei invece dopo lo stop con la Roma devono tornare alla vittoria per proseguire la lotta scudetto. I primi minuti seppur confusionali sono interpretati da entrambe le compagini a ritmi altissimi, pressing alto e trame veloci e strette. Ovviamente gli azzurri provano ad insediare la difesa nerazzurra con il classico tikitaka e con verticalizzazione finale, gli uomini di Spalletti invece allargano molto il gioco cercando con lanci lunghi i due esterni Candreva e Perisic.
A metà primo tempo il Napoli cerca di velocizzare le giocate ed è padrone costante del possesso palla, costringendo l’Inter ad abbassarsi molto facendo così fatica a ripartire. Tuttavia nonostante la tanta quantità e qualità in campo, alla mezz’ora le azioni da gol sono ancore nulle. Più che gli attacchi la partita finora la stanno facendo le due difese, ben messe in campo ed attente a non offrire niente agli attacchi avversari, supportate anche dagli altri esterni alti che si abbassano molto in fase di non possesso. Il primo squillo nerazzurro arriva al 37’, palla recuperata e con tre passaggi l’Inter ribalta l’azione arrivando alla conclusione dalla distanza di Candreva, tiro potente che si spegne però sul fondo alla destra di Reina. Non accade più nulla nei primi 45’, molta intensità ma poca incisività negli ultimi trenta metri.

Al ritorno dagli spogliatoi è l’Inter ad andare ad un passo dal vantaggio. Punizione defilata di Cancelo e ottimo stacco di testa di Skriniar che colpisce il palo. Dal lato opposto risponde subito Insigne: l’attaccante azzurro riceve spalle alla porta, si gira e fa partire il tiro sul secondo palo che esce di poco a lato. Al 65’ lampo azzurro, duetto rapido Mertens-Insigne con il belga che libera con una palla filtrante il numero 24 azzurro solo davanti Handanovic, tocco sotto ma tentativo di pallonetto troppo alto.  Tuttavia aumentano gradualmente d’intensità le manovre partenopee, da un paio di minuti gli uomini di Sarri spingono con maggior convinzione ed arrivano alla conclusione con facilità. Al 70’ dentro Zielinski per Hamsik.

Ma spazi per entrare in area nemica per gli azzurri non ce ne sono, i due centrali Miranda e Skriniar formano un muro solido a schermo della propria porta. Sono così ancora i tiri dalla distanza l’alternativa più utilizzata dal Napoli, sempre fuori bersaglio però con i tentativi dei soliti Mertens e Insigne. A Pochi minuti dal termine Sarri butta nella mischia anche Milik e Rog per per dare ulteriore vivacità alla fase offensiva, escono Mertens e Allan. Non accade nulla, pressione finale del Napoli che però non porta risultati, finisce 0-0. 

Gianluca Cotone

twitter