InfoNapoli24

#
 

Notizie » Calcio » Napoli

Milan - Napoli: per gli azzurri è l'ennesima finale per sperare nello scudetto.

14/04/2018

Milan - Napoli: per gli azzurri è l'ennesima finale per sperare nello scudetto.

È la gara da "dentro o fuori". Ne sono consci tutti, dal club ai tifosi; 90' che condenseranno una stagione intera, fatta di vittorie, sconfitte ma, soprattutto, di grandi sacrifici. Domani pomeriggio, a San Siro, i partenopei sono chiamati alla vittoria contro un Milan che, attualmente, sta affrontando varie difficoltà. Non sarà un match semplice per gli azzurri, considerato che dovranno vincere per rimanere al passo della Juventus che ospita la Sampdoria. Infatti, arrivare allo scontro diretto con i bianconeri con un distacco non superiore ai 4 punti, darebbe una spinta formidabile alla rincorsa scudetto.

Questi, tuttavia, sono calcoli che toccherà fare solo dopo la gara di San Siro. Adesso, quello che conta è giocare una partita che non sia così sofferta come quella vista domenica scorsa contro i clivensi. Certo, è stato un vero spettacolo assistere ad una rimonta così emozionante, non solo per i tifosi, ma anche per gli amanti del calcio. Ma, rischi del genere sarebbe meglio evitarli fino al match contro la "vecchia signora". Perciò, molto probabilmente, Sarri si affiderà ai suoi uomini di fiducia, i suoi "titolarissimi" per portare a casa i 3 punti. In campo, dovrebbero rivedersi Albiol e Jorginho dopo il turno di squalifica mentre Mario Rui, per lo stesso motivo, lascerà spazio a Maggio che con Hysaj andranno ad occupare le fasce. A centrocampo, oltre all'italo-brasiliano, saranno presenti Allan ed Hamsik, mentre in attacco verrà riconfermato il tridente con Milik pronto a subentrare in caso di difficoltà. Il Milan, invece, dovrà affrontare una situazione difficile in difesa a seguito delle assenze di Bonucci e Romagnoli, sostituiti probabilmente da Zapata e Musacchio. Al centro, non dovrebbero esserci sorprese rispetto al match contro il Sassuolo, mentre in attacco, Silva sembra essere più avanti a Kalinic e Cutrone. 

Fabrizio Rossi 

twitter