InfoNapoli24

#
 

Notizie » Calcio » Napoli

Sampdoria-Napoli 0-2, tre punti di gloria: Milk e Albiol stendono i blucerchiati.

13/05/2018

Sampdoria-Napoli 0-2, tre punti di gloria: Milk e Albiol stendono i blucerchiati.

Il penultimo turno di campionato vede il Napoli affrontare la Sampdoria, allo stadio Luigi Ferraris, in un match terminato 0-2 a favore dei partenopei. Che perdono matematicamente lo scudetto, a causa dello 0-0 tra Roma e Juventus, trovandosi a quattro punti di distanza dai bianconeri.

Sarri dispone i suoi con il consueto 4-3-3: titolarissimi confermati, a pieno, eccezion fatta per capitan Hamsik, sostituito da Zielinski. Giampaolo risponde con un equilibrato 4-3-1-2, con Viviano tra i pali ed il quartetto Bereszynski-Andersen-Ferrari-Regini. Nella zona mediana del campo, Torreira è affiancato da Praet e Linetty. Ramirez giostra sulla trequarti, a supporto di Caprari e Quagliarella.

Il match si gioca a ritmi piuttosto alti: sono gli ospiti a mantenere il pallino del gioco e a mostrarsi alquanto brillanti sotto l'aspetto fisico. Gli azzurri creano pericoli ai blucerchiati, con fraseggi rapidi e scambi nello stretto, sin dalle prime battute di gioco. Sono di Mertens, Albiol ed Zielinski i pericoli maggiori del primo tempo: rispettivamente con un gol annullato al belga; un colpo di testa neutralizzato miracolosamente da Belec; ed una conclusione del polacco respinto dall'estremo difensore dei doriani. Che si palesano dalle parti di Reina solo in due occasioni con Caprari.

La ripresa inizia con gli stessi effettivi della prima frazione di gioco. La sfida viaggia ad andatura spedita, la Sampdoria è più aggressiva ed accorta nella propria metà campo. Ma sono i partenopei a squillare per primi con Insigne: il suo destro sibila il palo. Gli uomini di Giampaolo, tuttavia, rispondono con un mancino a giro, dal limite dell'area, di Kownacki che termina di poco sul fondo. Ma gli azzurri non ci stanno, sprecando però il possibile vantaggio, a causa del piatto di Insigne "sparato" su Belec, a tu per tu con quest'ultimo. Verso la metà del secondo tempo, Sarri procede con due cambi: Hamsik per Callejon e Milik per Mertens. Il polacco, al suo primo pallone concreto, realizza l'1-0, con un sinistro potente e preciso che si infila sotto l'incrocio dei pali.

Alla marcatura dell'ex Ajax, segue la sospensione del match di circa cinque minuti decisa dall'arbitro (cori discriminatori dei tifosi doriani verso i napoletani). E il Napoli risponde in grande stile, sul campo, con Raul Albiol che sigla di testa il 2-0. Quindi, Sarri richiama Allan in panchina, lanciando Rog negli ultimi minuti di gioco. Minuti nei quali i ritmi si abbassano, senza sussulti, prima del triplice fischio finale, dopo sei minuti di recupero.  

Alessandro Alberto Di Porzio

twitter