InfoNapoli24

#
 

Notizie » Calcio » Europe League

Napoli - Salisburgo 3-0: risultato da difendere in Austria senza Koulibaly e Maksimovic

07/03/2019

Napoli - Salisburgo 3-0: risultato da difendere in Austria senza Koulibaly e Maksimovic

Andata degli Ottavi di Finale di Europa League per gli azzurri, che affrontano in notturna il Salisburgo di Marco Rose. Ancelotti ha sottolineato quanto fosse importante fare risultato in casa, il Salisburgo dal canto suo si è dimostrato ospite potenzialmente insidioso eliminando il Brugge pur avendo perso l'andata in Belgio.

Ancelotti lascia riposare Malcuit ed Insigne. Meret tra i pali, coperto da Hysaj, Koulibaly, Maksimovic e Rui. Centrocampo con Allan e Ruiz in mezzo, Callejón a destra e Zielinski sul versante opposto con licenza di accentrarsi, mentre in attacco c'è Mertens di poco più arretrato rispetto a Milik. A specchio Rose, 4-4-2 con il portiere di coppe, Walke, tra i pali. Lainer ed Ulmer esterni bassi completano la difesa con Ramalho ed Onguene, mentre a centrocampo ci sono Schlager, Wolf, Samassekou e Junuzovic. Ad insidiare la difesa azzurra, Daka e Dabbur.

Pressa alto sin da subito il Salisburgo, mettendo inizialmente in difficoltà gli azzurri ed arrivando per primi alla conclusione in partita. Al 5' tiro centrale dal limite di Wolf, para Meret. Dopo un minuto a tirare è Dabbur, in due tempi Meret. Al 10' però trova il gol la squadra di Ancelotti, Milik chiede il passaggio filtrante in area, lo ottiene, salta il portiere e segna il primo gol europeo della stagione. Bel gol e bel modo per farsi perdonare il ritardo. Koulibaly da buona posizione sciupa di testa mettendola fuori al 14', il Napoli inizia ad aver fiducia, forse troppa ed una dormita di Maksimovic fa rischiare gli azzurri al 16'. Gol di Salz annullato infatti solo per off -side su una palla persa dal serbo a pochi passi dall'area napoletana. Al 18' trova il gran gol al volo Ruiz su bel retropassaggio alto di Callejón ed è 2-0. Il Napoli abbassa leggermente i ritmi e non va di nuovo a pungere. Si rivedono solo al 40' gli austriaci, Junuzovic dal limite, destro a fil di palo, c'era Meret. Nella prima frazione, ammonito Koulibaly. Il senegalese era in diffida.

Gioca col fuoco la difesa napoletana, palleggio non riuscito e palla persa al 46' ne nasce il tiro forte e centrale di Dabbur, para con le gambe Meret. Al 51' azione veloce azzurra, sponda di Milik che mette fuori causa la difesa, Mertens entra in area e tira alto. Intanto prende un'ammonizione importante anche Schlager, non ci sarà al ritorno per gli austriaci. Il terzo gol arriva al 58', cross di Mario Rui, Onguene per anticipare Milik la tocca, troppo forte, palla dentro. Sfortunato il ventunenne in una serata dove è tutta la difesa a non farci una bella figura. Poco dopo è il solito Junuzovic a dare fastidio con un tiro da quasi trenta metri, preferisce non bloccare il portiere napoletano che respinge in corner. Si affidano al contropiede gli azzurri al 69': grande scatto di Callejón in area, cross di Mertens e tiro al volo dello spagnolo, salva sulla linea Ramalho. Prova al contrario ad alzare il ritmo la squadra austriaca che al 71' trova anche un palo esterno con Guldbransen. Al 75' brutta lettura di Ramalho, si avventa sulla palla Milik che anticipa il portiere uscente e la mette fuori di poco. Intanto, un tiro di Wolf dal limite deviato nasce ancora da un eccesso di sicurezza della difesa partenopea. Avrebbe dovuto invece fare di meglio all'82' Guldbransen, si libera in area l'attaccante ma poi tira su Meret, bravo anche il portiere a chiudere gli spazi. Pesa anche l'ammonizione di Maksimovic, azzurri al ritorno con i difensori contati. Bellissima giocata sul finale di Ounas, aggancio volante, tocco e tiro al volo di poco fuori su lancio di Diawara. Era il risultato che probabilmente volevano gli azzurri, non c'è da sottovalutare il ritorno, ma le reti da proteggere sono ben tre anche grazie alla bellissima parata di Meret al 91' su Guldbransen.

Vincenzo Capuano 

twitter