InfoNapoli24

#
 

Notizie » Sport » Motori

Moto GP: Marquez si conferma a Brno e fugge via in classifica

06/08/2017

Moto GP: Marquez si conferma a Brno e fugge via in classifica

Ripresa delle ostilità in grande stile per il Motomondiale sul circuito di Brno. Il meteo ballerino ha disturbato i centauri per tutto il weekend, capovolgendo verdetti che parevano scritti dopo pochi chilometri. Alla fine il trionfo nella MotoGP é andato a Marc Marquez, confermatosi re dell'azzardo per l'ennesima volta in una gara condizionata dalla regola del flag to flag. Lo start della classe regina è infatti avvenuto con l'asfalto umido, anche se il sole ed il vento stavano già asciugando il tracciato. in condizioni miste nei primi chilometri ha comandato un sorprendente Lorenzo, rivitalizzato dalla nuova carena aerodinamica della sua Ducati, mentre Marquez, penalizzato da una posteriore troppo morbida, veniva riassorbito dal gruppo. Lo spagnolo, vistosi in difficoltà, ha optato per il cambio moto già alla fine del secondo giro, indovinando così la scelta vincente.

Terminata la girandola delle soste, Marquez si ė infatti ritrovato in testa con un margine di oltre venti secondi sul più diretto degli inseguitori, limitandosi a controllare il proprio ritmo fino alla bandiera a scacchi. L'ottima reattività del campione in carica é una garanzia in gare di questo tipo, anche se va detto che stavolta la sua sosta é stata obbligata dall'errore nella scelta delle gomme operata al via. Sul podio con Marquez hanno chiuso Pedrosa e Vinales, staccatissimi ma autori di una buona rimonta nei confronti di chi li aveva preceduti al cambio moto. Quarto Rossi, il quale può recriminare per avere, ancora una volta, commesso il solito errore di ritardare oltre ogni limite la sosta per il cambio moto, uno sbaglio che lui e la Yamaha ripetono con preoccupante frequenza ogni volta che si disputano gare col flag to flag. Sesto Dovizioso, preceduto da Crutchlow ed autore dello stesso errore tattico di Rossi, settimo Petrucci davanti ad Aleix Espargaró, a lungo secondo con l'Aprilia ma poi penalizzato per essersi scontrato ai box con lo sfortunatissimo Iannone, poi solo diciannovesimo. Quindicesimo Lorenzo, vittima di un problema al cambio moto dopo essere stato a lungo in testa, ma poco in forma nei giri sull'asciutto. Col trionfo in terra ceca, Marquez allunga a +14 su Vinales, con Dovizioso a -21, un punto davanti a Rossi e dieci davanti a Pedrosa.


Gara sprint di soli 6 giri per una Moto2 interrotta per pioggia, con Luthi vincitore su Marquez ed Oliveira. Miglior italiano Marini, quarto, con Corsi sesto ed il leader mondiale Morbidelli deludente ottavo e ora titolare di soli 17 punti di vantaggio sul vincitore odierno Luthi.

Vittoria per Joan Mir in una Moto3 corsa sul bagnato. Lo spagnolo si porta così a quota +42 sul nostro Fenati, oggi secondo in volata. Male la truppa italiana, con Migno undicesimo ed il debuttante Dennis Foggia, leader nel CEV Moto3 quattordicesimo. Lontanissimi gli altri.

Da segnalare il ricordo prima del via di Angel Nieto, 13 volte campione mondiale deceduto in settimana per le conseguenze di un incidente stradale.
Salutata la Repubblica Ceca, il motomondiale tornerà in pista già domenica prossima al Red Bull Ring, pista sulla quale l'anno scorso fu dominio Ducati.

Francesco De Giorgi
 

twitter